Il giardino verticale per esterni 

Il giardino verticale per esterni rappresenta un insieme armonioso ed elegante di piante, scelte in collaborazione con esperti botanici sulla base di indicazioni tecniche e di caratteristiche variabili come il clima e la posizione. Le piante crescono su pannelli di tessuto sfruttando le tecniche dell’idrocoltura; questi pannelli per esterni, sono sostenuti da una struttura modulare distanziata dalla parete per garantirne la ventilazione e l’impermeabilizzazione. Il Il giardino verticale per esterni crea una sorta di “seconda pelle” all’edificio permettendo di risparmiare energia e di ridurre i costi di gestione dell’immobile.

Infatti, durante l’estate le pareti si surriscaldano causando un innalzamento delle temperature interne degli edifici, aumentando così il consumo di energia e i costi per i sistemi di climatizzazione. I giardini verticali sono molto diffusi nelle grandi capitali europee, ma recentemente vengono richiesti anche dai privati e dagli imprenditori. Si trovano giardini verticali anche nelle pareti esterne dei ristoranti e l’effetto di queste “realizzazioni” è davvero impressionante, per via dell’elevato impatto estetico che esercitano su chi le guarda.

A seconda di dove vengono applicati, i giardini verticali possono essere costituiti da differenti tipologie di impianto, a partire da semplici sacche che sostengono il terriccio e le piante, da posizionare semplicemente sul terrazzo di casa, fino ai grandi pannelli con fertirrigazione, che si possono utilizzare per tappezzare pareti di ampia metratura, poste all’esterno di una abitazione o in una zona decorativa.

In questo modo è possibile creare un giardino anche dove non è possibile prepararne uno tradizionale, ovvero orizzontale; anche in pieno centro città, o lungo una strada trafficata. Con i giardini verticali per esterni, invece, si riduce notevolmente il surriscaldamento delle pareti e di conseguenza la temperatura interna che, grazie alla camera di ventilazione tra la parete dell’edificio e il pannello vegetale, si può ridurre fino a 15°C ottenendo un notevole risparmio energetico. 

Per maggiori informazioni per il tuo giardino verticale per esterni visita il sito: https://verdeprofilo.com/it/giardini-verticali/giardino-verticale

 

Infermieri a domicilio: di cosa si tratta? 

Gli infermieri a domicilio rappresentano un servizio che viene fornito direttamente a casa della persona temporaneamente o definitivamente non autosufficiente con problemi di salute che necessitano di cure infermieristiche. Gli infermieri a domicilio roma sono responsabili dell’assistenza infermieristica a domicilio del paziente. Solo dopo la compilazione del PAI da parte dell’Unità di Valutazione Territoriale (UVT) e del medico di medicina generale (MMG) l’infermiere può attivarsi per prestare il suo intervento attenendosi alla prescrizione.

Il ruolo degli infermieri a domicilio è di migliorare le condizioni di vita del paziente assicurando nel contempo una continua interazione con l’ambiente familiare. Questo tipo di assistenza si basa sull’approccio cognitivo completo delle necessità non solo sanitarie dell’utente associate a valutazioni dell’ambiente domiciliare, tenendo conto i limiti e opportunità che può offrire l’entourage casalingo. Gli infermieri a domicilio, non diversamente dai colleghi presenti nei presidi sanitari, hanno la responsabilità generale dell’Assistenza Infermieristica (pianificazione, gestione, e valutazione dell’intervento assistenziale infermieristico).

Il domicilio del paziente diventa così un vero e proprio reparto ospedaliero con la differenza che si mantiene integro il nucleo familiare, fattore d’importanza fondamentale durante il processo di guarigione o di stabilizzazione della malattia. In questo gioca un ruolo indispensabile l’infermiere (più presente rispetto al medico), il quale è coinvolto in un’assistenza non solamente fisica (terapie, medicazioni, ecc.), ma contemporaneamente anche psicologico-emozionale. Gli interventi di assistenza infermieristica sono programmati con il supporto della Centrale Operativa di in funzione delle esigenze specifiche del richiedente.

E’ possibile programmare l’invio degli infermieri a domicilio per un minimo di 1 ora, oppure organizzare gli interventi in cicli (con un minimo di 4 interventi), in giorni feriali o festivi, a seconda dei bisogni del paziente. Gli infermieri a domicilio inoltre assicurano la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostiche e terapeutiche. Per quanto riguarda l’autonomia,  l’infermiere a domicilio è più indipendente nella gestione del paziente, fermo restando che la programmazione di tutte le terapie farmacologiche spetta, sempre, alla figura del medico. 

Come scrivere un articolo di giornale 

Scrivere un articolo di giornale rappresenta uno dei tanti modi attraverso cui vengono divulgate le notizie. La prima caratteristica che contraddistingue un articolo di giornale da qualsiasi altro tipo di testo scritto è lo stile, chiamato appunto giornalistico, che, oltre ad essere impersonale (ad eccezione di recensioni e articoli di opinione), segue precise regole.

Numerose sono le tipologie di articolo, in base alle quali variano anche lo stile e il linguaggio adottato: cronaca, intervista, articolo culturale, resoconto ecc. L’articolo deve comunque essere piacevole sia per chi lo legge, sia per chi lo scrive. Se non ci si appassiona alle  notizie di cui si desidera scrivere, è molto probabile che anche l’articolo non incuriosirà il lettore.

E’ importante che le canicatti notizie siano verificate al momento della stesura dell’articolo perché proprio le  notizie devono riuscire a catturare il lettore. Dopo aver scelto le notizie da raccontare è opportuno decidere come raccontarle, ovvero in che ordine presentare i fatti. Questi dovranno essere esposti in modo tale da poter catalizzare l’attenzione del lettore, si dovrà seguire un filo logico e garantire un’armonia narrativa evitando salti bruschi.

A tal fine le informazioni dovranno essere distribuite in modo equilibrato nel corso del testo affinché il lettore, in ogni paragrafo, possa trovare le informazioni che cerca. L’articolo di giornale è costituito da un cappello iniziale, molto breve, che riassume le notizie in poche battute, seguito da un corpo, che tratta la notizia nel dettaglio, e da una conclusione, che può sia contenere indicazioni sugli sviluppi della vicenda sia qualche commento sul fatto da parte di autorità.

Moltissimi giornalisti, o presunti tali, inventano storie piacevoli ma non raccontano nessuna notizia. Il dovere di una bravo giornalista è quello di attenersi ai fatti e alle fonti. Le notizie vengono prima di tutto e vanno raccontate fornendo il maggior numero di informazioni possibile. 

Serrature porte blindate: l’arrivo delle serrature digitali biometriche 

Succede sempre più spesso di intervenire per la riparazione porte blindate o portoncini d’ingresso che sono stati forzati dai ladri: anche se è difficile crederlo, molte porte apparentemente impenetrabili risultano facilmente apribili a causa della serratura adottata, troppo vecchia o di scarsa qualità. Adottare delle serrature porte blindate milano sicure e di ultima generazione significa dormire sonni più tranquilli, evitando intrusioni nella propria abitazione da parte di terzi, in particolar modo ladri e malintenzionati.

La prima generazione di chiavi a cilindro europeo (tipo Yale) è oramai considerata poco sicura poiché nel tempo i malviventi hanno sviluppato tecniche di scasso ormai conosciute. La chiave a doppia mappa è oramai vulnerabile: i ladri usano il cosiddetto grimaldello bulgaro, che in pochi minuti apre la serratura senza lasciare tracce di effrazione. Solo le chiavi di ultima generazione sono in grado di difendersi da questo attacco.

Ma nel campo della sicurezza ci vengono incontro anche le nuove tecnologie, sempre più diffuse e conosciute. Una vera e propria innovazione è rappresentata dalle serrature digitali biometriche, un sistema molto sofisticato e innovativo in materia di serrature. Questi tipi di serrature non hanno bisogno di alcuna chiave, esse possono essere aperte dal proprietario grazie a strumenti di riconoscimento molto avanzati, come ad esempio attraverso uno scanner ottico, uno scanner termico in grado di rilevare le impronte digitali e, più semplicemente, digitando un PIN segreto.

In alcuni casi addirittura è possibile scegliere sistemi che siano in grado di rilevare la retina del proprietario. Ciò significa che soltanto quelli autorizzati riusciranno ad entrarvi, in quanto è possibile configurare il sistema scegliendo tutte quelle persone che possono averne l’accesso, ad esempio per quanto riguarda le impronte digitali. Questi tipi di serrature sono ovviamente molto esclusive e più costose rispetto a quelle con altri sistemi di sicurezza, ma sicuramente più efficaci.